Bretzel time

La cucina non è certo l’argomento principale di questo blog, ma ogni tanto mi fa piacere poter condividere con voi qualche piatto interessante. In particolare mi piace dare spazio alla tradizione culinaria tedesca, e questa volta si tratta veramente di un classico: i Bretzel.
Cooking is not the most important topic in this blog, but I find it nice to share with you some interesting dishes from time to time. In particular I am really happy to share German recipes, especially for those who think that you can eat well only in Italy…  this is time we’re talking about a real classic: the Brezels.

 

IMG_7996

 

La ricetta è stata riscritta e leggermente modificata (se posso, elimino sempre lo zucchero) a partire da quella pubblicata in ‘Fare il pane in casa’, edizioni Giunti; e già che ci sono vorrei ringraziare anche mia zia che ha avuto la bella idea di regalarmi il libro…
Se ancora non le avete provate, vi consiglio inoltre le altre ricette di cucina tedesca già presenti sul blog: gli Späetzle (una sorta di pasta che si lascia goccialare direttamente nell’acqua bollente), la Flammküchen (conosciuta nel nord della Francia anche come Tarte Flambée), lo Spießbraten (un buonissimo arrosto di maiale ripieno di pancetta e cipolle) e i classici Lebkuchen, i biscottoni di panpepato.
For your information, I re-wrote and slightly modified the recipe I found in a book about bread, ‘Fare il pane in casa’, published by Giunti.
If you didn’t try them out jet, I would like to recommend you also all the other German recipes already published in this blog: the Späetzle (a sort of pasta with milk which drips directly into the boiling water), the Flammküchen (a sort of cheesy flat pizza, well-known also in France as Tarte Flambée), the Spießbraten (roasted pork filled with bacon and onions), and the big gingerbread cookies called Lebkuchen(English version below)

 

IMG_7999

Ingredienti:

450gr di farina 00 (dalle foto potete intuire che l’ho mescolata a piacere con
farina integrale)
20gr di lievito di birra
3 cucchiai di bicarbonato
3 cucchiaini di sale fino
sale grosso qb

L’impasto dei brezel lievita in due tempi. La prima lievitazione dura mezz’ora, e viene fatta a partire dal lievito, 100 ml d’acqua tiepida e 100 gr di farina.

Quando il primo impasto è pronto e lievitato, aggiungete (lentamente) 150 ml di acqua tiepida, il resto della farina (350 gr), e il sale. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio e morbido, e lasciate lievitare coperto per un’ora.

Dividete l’impasto in otto palline. Stendete ogni pallina per lungo in modo da formare una ‘corda’. Una volta raggiunta la lunghezza desisderata, incrociate due volte le estremità, lasciando il centro della ‘corda’ arrotondato, e attaccatele sui lati, nella tipica forma ‘a bretsel’.

Preparate un pentolone con 4 litri di acqua e tre cucchiai di bicarbonato. Quando l’acqua bolle immergete ogni bretzel per 40 secondi circa, scolatelo (io lascio riposare un paio di minuti su uno strofinaccio) e adagiatelo su una teglia coperta di carta da forno.
Cospargete i brezel di sale grosso, soprattutto sul lato più spesso. Infornate a 220° per circa quindici-venti
minuti (io uso la parte bassa del forno, con ventola), lasciate raffreddare e servite. Sono particolarmente buoni tiepidi e riempiti di burro (di quello buono); la combinazione può dare dipendenza…

 

IMG_7994

 

Ingredients:
450 gramms of white flour (you can
see from the pictures that sometimes I mix it up with wholeweath flour)
 20gr of fresh yeast
3 big spoons of baking soda
3 teaspoons of salt 
salt in grains – to taste

 

The brezels dough rises for two times. The first time you need to mix up the yeast together with 100gr of flour and 100ml of luckewarm water.
After half an hour, add to the dough 150ml of luckewarm water, the remaing flour (350gr), and the salt. Knead well, cover with a towel, and let the dough rise for one hour.
Split the dough in eigth balls. Roll each of them with the hands to obtain a long sting. Once the string is long enough, cross the edges twice, and fix them of the sides in a ‘bretzel-shape’.
Put a large pot on the stove, with 4 liters and three spoons of baking soda in it. When the water boils, cook each bretzel for circa 40 seconds. Place them on a towel for two minutes to let them dry, then place the brezel on a tray coved with baking paper.
Sprinkle salt in grains on the brezels, especially on the ‘thicker’ side. Bake for 15-20 minutes at 220° degrees (I use the setting low with ventilation). Take the tray out, let the brezel cool down and serve. They’re particulary nice filled with good butter – beware, you may get addicted to it…

 

La nostra ‘Genovese’ – Genovese sauce ‘our way’

Metto subito le mani avanti e premetto, come da titolo, che questa non è la vera ricetta della salsa genovese. Ho assaggiato questo buonissimo sugo a base di cipolle rosse a Napoli anni fa, e me ne sono ispirata per riprodurre la nostra versione casereccia, con ingredienti che riesco facilmente a reperire anche in Germania (capisc’ a me…).
Adoro questo piatto del weekend, che cuoce lentamente e fa da primo e da secondo, una splendida alternativa al ragù. Gli ingredienti sono pochi e semplici come piace a me, e il risultato ottimo. Provate e mi saprete dire…
I know this is not the original recipe of this wonderful Neapolitan sauce made with red onions – I never got a recipe, so this is the way we make it at our home, with ingredients we can easily find also in Germany where we live…
I love this weekend dish, which cooks slowly and is at the same time a primo and a secondo.
And if you know me you know I don’t like complicated dishes. Tasty and simple, that’s my kitchen. (English version below.)

 

Genovese1

 

Ingredienti:
1-2 carote
1-2 coste di sedano
prezzemolo fresco
1 kg di cipolle rosse
125 gr di pancetta a cubetti
500 gr di manzo o vitello a
pezzi
olio di oliva extravergine
sale

 

Preparate il battuto: tritate carote, sedano, una cipolla, prezzemolo, se volete altre spezie a piacere e fatele rosolare nell’olio all’interno di un bel pentolone capiente. Aggiungete la pancetta a cubetti e fate rosolare ancora, poi fate lo stesso con la carne.
Nel frattempo affettate le cipolle rosse a fettine sottili. Unitele al misto di carne e battuto non appena la carne sarà scurita. Salate, fate rosolare ancora.
A questo punto potete aggiungere dell’acqua, coprire, e cuocere per circa un paio d’ore. La salsa di accompagna con pasta di grano duro di buona qualità – nella foto vedete le penne ma a me piace molto anche con i paccheri – cotta perfettamente al dente. La carne può essere servita con la pasta o a parte come secondo. Buon appetito!

 

Genovese2

 

Ingredients:
1-2 carrots
1-2 celery
sticks
fresh
parsley
1 kg of red
onions
125 gr of
bacon, in cubes
500 gr of
beef or calf meat
extra virgin
olive oil
salt

 

First of all, you must prepare the ‘battuto’: a mix of minced carrot, celery, one onion, fresh parsley, and other spices if you like. Warm up some oil in a big pot and let the mix fry in the oil. Add the bacon cubes and fry longer, then do the same with the meat.
In the meantime slice the onions. Add them to the mix of vegetables and meat when the meat darkens. Fry for some minutes, then add water, lower the heat, cover the pot, and let your sauce cook for one to two hours.
When the sauce is ready, serve it with good quality pasta, cooked ‘al dente’.  You can offer the meat in the same dish, or serve it as a secondo after the pasta.
I wish you ‘buon appetito’!

 

Genovese4